sabato 28 aprile 2007

SITUAZIONE ADESIONI ARTICOLO E COMITATO

Cari colleghi,
vi aggiorno sul numero delle adesioni per la pubblicazione a pagamento dell'articolo sul Corriere della sera. Le adesioni a me pervenute sono 33.
Inutile dire che sono poche rispetto al numero da me programmato (100). Pertanto, faccio un ultimo appello a chi di voi non abbia ancora aderito. La quota di 82 euro a persona è sostenibile, con un minimo di sacrificio da tutti. Pagare 82 euro per un articolo sul Corriere della sera, è un'occasione che non possiamo perdere, perchè solo così daremo la giusta visibilità alla nostra causa. Credo che chi come me è interessato a proseguire questo lavoro e vestire la divisa, deva aderire senza esitazione e dare il suo contributo.

Altro appello che rivolgo a tutti è quello di dare la vostra adesione al comitato a questa mail precariffaa@gmail.com, è fondamentale, per le iniziative che stiamo portando avanti in sede istituzionale ma con nostra meraviglia le adesioni sono ancora poche. A titolo personale, tengo a sottolineare l'impegno costante portato avanti da pochi a fronte della distratta o quanto meno scarsa collaborazione, che molti colleghi offrono alle notre iniziative nel loro interesse. Non è possibile che a fronte di un numero di 6/700 ufficiali ausiliari interessati dalla causa, appena una 40ina fornisce il suo apporto e il suo impegno ai lavori che il comitato porta avanti.
Vi saluto, fiducioso di un migliore recepimento da parte di tutti, degli appelli sopra esposti.

62 commenti:

Anonimo ha detto...

ma come aderisco ad un comitato sè non conosco lo statuto?
ditrmi gli intenti valuterò e sè li condivido aderirò

STV (GN) ha detto...

mi sembra la cosa più consono postare lo statuto di questo comitato qui su questo blog

Anonimo ha detto...

Ragazzi, il comitato è nato per poter essere ascoltati in commissione difesa senato in qualità di rappresentante dei lavoratori a tempo determinato delle forze armate.
lo statuto è in fase di pubblicazione, ma è importante aderire al comitato in quanto per giorno 10 maggio (a meno di problemi logistici, ma al massimo giorno 11) si terrà una conferenza stampa promossa dal comitato con personaggi politici di un certo rilievo. importante ssarebbe per quella data far presente quante persone rappresentiamo.
Quindi più siamo meglio sarà.
Francesco Caratozzolo

francisdrake ha detto...

Appunto...Dai, Francesco, magari i nostri colleghi non condividono neanche questo...

jem79 ha detto...

Dovete rappresentare TUTTI gli Ufficiali Ausiliari Precari...per questo nasce il Comitato...proprio perchè è impossibile accogliere in udienza TUTTi gli Ufficiali Ausiliari Precari!

francisdrake ha detto...

Non ho capito il senso del tuo intervento jem...

CAPORETTO ha detto...

Dai possibili interessati bisogna scalcolare gli Uff Ausiliari dei CC AU(fp/c).

jem79 ha detto...

rispondevo al mio frà Francesco riguardo all'adesione al comitato...è assurdo aderire ad un qualcosa che nasce per rappresentare tutti noi. Facciamo il punto.
Di quelli presenti il giorno 18 sono state scelte 4 persone per essere ascoltate da chi di dovere proprio perchè impossibile ascoltare la voce di tutti i precari delle FF.AA.
Quindi a cosa dobbiamo aderire?!
Posso aderire o meno all'articolo di giornale ma non ad un comitato che nasce per rappresentare tutti proprio perchè tutti non possono essere ascoltati!

jem79 ha detto...

quindi è intrinseco che nel comitato c'è l'adesione di tutti certo che come dice l'STV (gn) sarebbe bene conoscere lo statuto dei rappresentati dei precari delle FF.AA..

francisdrake ha detto...

Ma, guarda che il comitato non è composto solo da presidente e dai segretari ma da tutti gli altri che erano a Roma il 18 e da tutti coloro che vogliono farne parte, per presentarsi alle istituzioni come gruppo coeso e organizzato, contraddistinto da un numero ben definito di appartenenti (il più possibilmente alto, e che garantisca anche una certa visibilità alle nostre iniziative cosa che in 4 persone non si acquista tanto facilmente.

Anonimo ha detto...

e uscito il concorso oggi sabato 28/4/2007 andate a vedere sulla gazzetta ufficiale, altro che cazzate.

francisdrake ha detto...

grazie per la considerazione che hai per il nostro lavoro

The Aviator ha detto...

embè? che significa che è uscito il concorso?
che tutti quelli che dovrebbero farlo (me compreso) saltano fuori dalla barca e abbandonano tutto?
GIAMMAI!!!!!!!!
Dino ROMANO

P.S. Io vado avanti per la mia strada.
poi se gli altri non se la sentono, che saltino pure fuori, non abbiamo bisogno di loro.

Anonimo ha detto...

E' uscito il concorso per ufficiale in spe dell'aeronautica militare che presa per il culo i posti sono pochissimi, sti bastardi lo hanno fatto per farci tappare la bocca.
BASTARDI, lo dovevano far uscire pari pari a quanti ne siamo!
andiamo avanti ragazzi!

thaeviator ha detto...

non facciamo il concorso

Anonimo ha detto...

Non mi sono spiegato bene
il far parte di un comitato significa anche far presente le varie problematiche
in questa situazione non tutti abbiamo avuto la medesima tipologia di rapporto con il ministero della difesa. ma tutti adesso ci troviamo a portare avanti le nostre ragioni, chi con più convinzione chi con meno.
il Comitato nasce per farsi che ognuno porti le sue ragioni e per dare anche CONSULENZE a chi non sa di avere o meno una qualche possibilità per adire ad un diritto di stabilizzazione, rafferma o quello che sarà

In risposta a Jem, lo statuto non è stato ancora pubbicato, ma ti posso antiipare che sarà, appunto per quello che ho scritto prima, uno statuto APERTO, non vogliamo escludere nessuno, sia ben chiaro al tempo stesso non vogliamo dare illusioni a nessuno (apunto parlo di consulenze).

Francesco Caratozzolo

The Aviator ha detto...

ottimo intervento Francesco, non potevi essere più chiaro sull'intento del comitato.
Ciao
Dino

Anonimo ha detto...

x francisdrake

sulla sentenza del 24 relativa al V aufp? sai qualcosa?

Mizar ha detto...

Visto che noi ufficiali non sappiamo gestire neanche noi stessi, dobbiamo coinvolgere anche i vfb vfp e tutti gli altri coinvolti!!! Allora all'interno del comitato propongo che venga formato un gruppo "di consulenza" (con un proprio indirizzo e-mail) a cui dovranno essere dirottate tutte le questioni e le domande di chiunque (anche e soprattutto truppa) voglia sapere se rientra o meno nei criteri del comma 519!!! E' inutile postare qui le rchieste dei singoli. Dobbiamo CALAMITARE sul comitato le esigenze enon aspettare le risposte su sto blo (tra l'altro alcune risposte sono anche ridicole). Pertanto è fatto divieto a chiunque di rispondere su questo blog ai dubbi di chiunque. Se ha dubbi lo chieda gratuitamente al comitato.

PS: x jmd81 del I° AUFP MM chi sei frà?

francisdrake ha detto...

Mizar, se permetti, il comma 519 cita espressamente gli uff. ausiliari giusto? Siccome già la lotta è difficile, coordinarci tra di noi è difficile, che senso ha mettre in mezzo anche la truppa vfp vfp 4 vfb vfp37 ecc...!!!! Il blog, poi, è anche uno strumento di comunicazione del comitato, non vedo, apposta per questo è stato creato, non vedo perchè istanze, proposte e quant'altro non devano essere espresse anche qui sopra.

Anonimo ha detto...

Ciao colleghi.
Io mi informo delle vostre attività e mi unisco a voi i quanto sono nei vostri panni. Vi mando email di adesione e mi sento con alcuni ke scrivono su questo sito. Facciamoci sentire.
L.T. Lucio 123 AM

Anonimo ha detto...

Noi scriviamo diciamo pensiamo e gli altri che stanno meglio di noi vengono ascoltati, e agiscono...non so chi di voi ha visto il TG5 delle 13 e relativa tribuna della PALOMBELLI...il COCER della Guardia di Finanza era li che esponeva i suoi problemi, e voleva le sue "LIBERTà"...NOI INVECE SIAMO ANCORA QUI A CIALTRONARE, ad elemosinare adesioni a gufare a sparlare a farci rapire dalla retorica e dalle parole, dalla puerile demagogia...noi disquisiamo e gli altri agiscono.
Io sono il primo a dire no all'auto pubblicazione di un articolo di giornale, perchè nasce e finisce lì...mentre se qualcuno prendesse a cuore la nostra situazione a gratis ci sarebbe più ridondanza e visibilità.
Forse dobbiamo accantonare i credi civili e democratici e ioniziare a battere i pugni e a creare deterrenti per poter attirare l'attenzione dei media.
Avete le palle pèr farlo?
Ho i miei dubbi...tranne per JEM e JMD e qualcun'altro del 1 corso AUFP MM, non credo nelle chiacchiere ipocontriache di qualcun'altro.

The Aviator ha detto...

Caro Lucio 123 A.M.
come va?
ma L.T. sta per....? Luogotenente?..eheh spero di no...anzi si...bhò?
fatti vivo ogni tanto eh?
siamo nella stessa barca...in tutti i sensi.
Ciao Dino ROMANO 123° AM

francisdrake ha detto...

Tu sei il primo a non avere le palle per fimarti, messaggi come il tuo non vanno presi in nconsiderazione.
Persone come la tua non vanno prese in considerazione.

mizar ha detto...

X francisdrake, semplicemente perchè chiunque voglia aderire, si collega a questo blog e pensa "a bene bene, ci son questi che si stanno interessando, vediamo a che punto sono... bene bene se confermano questi che si espongono toccherà anche a me..."
se invece questo blog diventa uno strumento di diffusione informativa (con la persuasione necessaria che ci vuole in ogni organismo che vuole avere consensi diffusi) le adesioni al comitato si alzerebbero. Io sono convinto che qui tra noi c'è semrpe qualcuno che si connette legge gli sviluppi e amen... tanti saluti. Al massimo spara qualche cazzata con anonimo. Precari ff.aa. sono anche i ragazzi del ruolo truppa.
Anzi sapete che SMMM voleva tenere la truppa ma non gli ufficiali? Perch quelli erano forza lavoro?
Ovviamente è una mia opinione, non so se giusta o sbagliata ma di sicuro è un idea diversa da quelle che ci stanno portando ai magri risultati. Il 10 maggio si avvicina ragazzi e presentarsi con 33 adesioni sarebbe eccessivamente poco. Io ho spostato i miei viaggi per distribuire i curricula in funzione dell'incontro del 10 maggio, ma vista la delusione con l'articolo non so continuerò a seguire questa strada con un'ennesimo buco nell'acqua.

Anonimo ha detto...

X FRANCISDRAKE

SULLA SITUAZIONE DEL V AUFP? SULLA SENTENZA DEL 24? MI SAI DIRE QUALCOSA? CIAO GRAZIE

Anonimo ha detto...

Ragazzi ci tengo a fare una precisazione, le 33 adesioni non si riferiscono al comitato ma all'articolo

Francesco Caratozzolo

Anonimo ha detto...

Ciao Amici, Sono Luigi Milano (v AUFP MM) anch'io che faccio parte del comitato ho aderito all'all'articolo ma nn so se vi è arrivata la mia adesione!!!

jmd81 ha detto...

Vorrei far presente a tutti i partecipanti di questo blog le mie considerazioni personali riguardo all'articolo che tanti miei colleghi vorrebbero pubblicare, come ho già detto in precedenza, le situazioni economiche di tanti di noi non sono delle migliori (compreso quella del sottoscritto), siamo già nelle mani di avvocati che stanno lavorando per noi (e me lo auguro di cuore)e che sicuramente costano; qualcuno di voi ha detto in qualche precedente commento "avvocati senza scrupoli" e purtroppo non posso fare altro che dargli ragione, penso che un articolo su un giornale come il corriere della sera abbia sicuramente un bell'impatto sull'opinione pubblica ma attualmente per me anche le 82 euro dell'articolo purtroppo fanno comodo per andare avanti, non mi considero un codardo per non aderire a questa iniziativa, soltanto che non ho la minima intenzione di finire nelle mani anche di "giornalisti senza scrupoli", ho provato diverse volte a contattare il mio buon vecchio amico Paolo Colasanti al cellulare, ma non riesco mai a rintracciarlo, cmq se qualcuno di voi avesse la possibilità di contattare qualche giornalista di un giornale di sinistra o meglio ancora di estrema sinistra (dico questo perchè penso che sia nota a tutti l'antipatia di giornali del genere verso le FF.AA.) per poter pubblicare l'articolo su un giornale del genere, sicuramente l'impatto sarebbe più forte ed a un costo certamente inferiore (se non addirittura gratuito). La nostra causa è certamente difficile da portare avanti un pò per i vari ostacoli che lo S.M.D. ci ha messo davanti, un pò perchè purtroppo stiamo diventando un'accozzaglia eterogenea di non so quali soldati. Spero che nessuno di noi si arrenda e sappiate che sono disponibile a partecipare a future conferenze di importanza vitale alla nostra causa.

P.S. Mizar sono Juan Manuel Delvueno

P.P.S. Colasanti fatti sentire ed informami su eventuali iniziative, mi farebbe piacere se a qualcuno di voi interessassero le mie opinioni.

Anonimo ha detto...

per jmd81
Ciao per contattare Paolo prova a scrivere una mail a precariffaa@gmail.com
si farà sentire lui, ha problemi con il cellulare

Francesco Caratozzolo

P.S.: stiamo lavorando per il comitato è serve una mano da parte di tutti

Anonimo ha detto...

x francisdrake

sulla sentenza del 24 relativa al V aufp? mi sai dire qualcosa? ciao grazie

X°MAS ha detto...

ma chi c**** sei! lascia nome e cognome che ti vengo a trovare e vediamo se me le dici in faccia queste parole!

Anonimo ha detto...

Chi si esprime con dei termini simili è solo un codardo che non ha nulla di meglio da fare che rompere...
Mi dici che senso hanno le tue parole? Non sarà che sei una persona che ha dei risentimenti verso la categoria solo per invidia o complessi di inferiorità... Rifletti bene riguardo le tue parole e soprattutto ricorda che un messaggio del genere non può sortire alcun effetto senza che ne sia citato anche l'autore.
Ma forse tu non sei abbastanza uomo per assumerti le tue responsabilità.
Giank 123 AM

THAON ha detto...

Mi sa che il "comitato" si è spaccato, ormai stiamo facendo il gioco dello SMD...parliamo diciamo proponiamo di fare, ma come vedo rimane tutta sterile demagogia.Il fallimento nel raggiungere l'intento è palese qualche prima donna fa il gioco di chi ci vuole fuori.
Ok si vede che si è venduto come un GIUDA, un mio FRA' (del 1°AUFP MM) la sera del 25 Aprile mi ha chiamato per pubblicare una lettera sulla repubblica, il 26 esce la repubblica e a pag 26 c'era ua manciata di righe che non dicevano un cazzo (scusate l'espressione poco consona).
Mi sono vergognato di NOI e di tutti coloro che imbastiscono discorsi e parole, forse ora bisogna agire e mettere da parte la ragione.
Sul comprare una pag di giornale per pubblicare un articolo, non sono daccordo dato che non otteremo nulla, visto che il discorso nasce e finisce li.
Se ancora non lo abbiamo capito e lo ripeto per l'ennesima volta, dobbiamo creare il DETERRENTE per attirare l'attenzione dei media, un azione forte e decisa, che possa creare nel paese di pulcinella la notizia, solo così potremmo esporre i nostri fatti e le nostre rivendicazioni.
Cmq lo so che qualche prima donna smentira puntualmente quello che ho detto...ma vi ricordo che quella prima donna è colui che ha spaccato tutti noi nel raggiungere l'obiettivo.

Anonimo ha detto...

Prova a spiegarci il significato del termine "deterrente" nella tua microlingua.

Anonimo ha detto...

Per chi parla della letera uscita sulla Repubblica, tengo a precisare che il contatto della testata giornalistica "LA Repubblica" ci aveva promesso la pubblicazione della lettera che gli era stata inviata, ma vistala troppo lunga ha effettuato dei tagli a nostra insaputa. So benissimo che la lettera pubblicata in quela veste non ha significato, ma ti assicuro che non è colpa del comitato, ma bensì di coloro che si sono fatti indietro non aderendo per la pubblicazione dell'articolo sul corriere della Sera nella sua veste completa, avrebe avuto un altro significato ed un altro effetto.

Francesco Caratozzolo

P.S.: tengo a sottolineare che il comitato non è spaccato e che ci stiamo muovendo, quello che gradirei è la presenza di tutti alla conferenza stampa. Perchè non stiamo facendo per portare avanti i diritti dei singoli ma di tutti.

Mizar ha detto...

Comunicazione di servizio: ho mandato una mail all'indirizzo del comitato per cancellarmi da ogni iniziativa e credo mi abbia risposto un software con la solita risposta fatta.
Mi sento obbligato di dirlo qui pubblicamente, io mi chiamo fuori da ogni iniziativa, pertanto, contrariamente a quanto detto fino a ieri, non mi accollerò nessuna spesa nè per l'articolo nè per il comitato.
Poi se volete cancellate pure i miei post, tanto oramai decidete solo per voi stessi....

Anonimo ha detto...

State ancora criticando la lettera pubblicata?!Thaon dimmi su quale giornale sei riuscito ad ottenere la pubblicazione di un articolo, così vado a cercarlo su internet!
Saranno state anche 5 righe inutili, ma per l'impegno e la voglia di fare qualcosa per tutti credo proprio che chi si è occupato di questa cosa,cioè Marco122, vada ringraziato, o per lo meno non criticato!
In generale, dato che molti dicono che ora bisogna agire, invece di aspettare che si muovano sempre gli altri o meglio i soliti, se avete qualche idea potete benissimo proporla non vi mangia nessuno!

VFB Raffermato ha detto...

Salve a tutti, io sono un VFB dell'esercito (5 anni di servizio). Spesso vengo sul vostro blog leggo ma non partecipo alle vostre discussioni...Il problema del precariato colpisce specialmente i volontari + che gli ufficiali (basta guardare i numeri) quindi sono convinto che andrebberò coinvolti anche loro nel vostro progetto...altrimenti il titolo del blog sarebbe da aggiornare in "Ufficiali Precari Forze Armate". Io appoggio pienamente la scelta di fare "casinò" x far conoscere a tutti il NOSTRO problema in modo da scuotere le acque. Questa è l'opnione di un povero volontario di truppa e chiedo scusa se ho turbato qualche pluridecorato con medaglia d'oro ufficiale in ferma prefissata (purtroppo qualcuno tra di voi c'è). Buona fortuna a tutti!

Anonimo ha detto...

x VFB raffermato
mi fa piacere il tuo intervento.
Il comitato ha intento di operare per tutti i lavoratori a tempo determinato delle Forze armate aventi i requisiti previsti dalla finanziaria o da altre leggi nazionali e comunitarie.
Spero che anche tu voglia aderire al comitato inviando una mail, durante la conferenza stampa si parlerà anche degli VFB, ma abbiamo anche bisogno di conoscere meglio la vostra situazione

VFB Raffermato ha detto...

Come richiesto ho mandato la situazione attuale della categoria VFB all'indirizzo del comitato...spero di essere stato utile.

Anonimo ha detto...

booooooooooooo

Anonimo ha detto...

AVVISO AI NAVIGANTI...............
IL 5° AUFP HA PERSO IL RICORSO......

Anonimo ha detto...

SENTENZA DEL TAR SUL RICORSO DI UN COLLEGA DEL V AUFP CHE NON AVEVA I TRE ANNI DI SERVIZIO.

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL LAZIO - ROMA
SEZIONE PRIMA BIS

Registro Sentenze:
Registro Generale: 1745/2007
nelle persone dei Signori:
Dott. ELIA ORCIUOLO Presidente
Dott. PIETRO MORABITO Giudice
Dotto. ROBERTO PROIETTI Giudice relatore
ha pronunciato la seguente
SENTENZA
nella Camera di Consiglio del 24 Aprile 2007
Visto il ricorso 1745/2007 proposto da LIBRALE Danilo, rappresentato e difeso da: FIDANZIA AVV. SERGIO e GIGLIOLA AVV. ANGELO con domicilio eletto in ROMA - VIA LIBERIANA, 17 presso il loro studio
contro
- MINISTERO DELLA DIFESA rappresentato e difeso da: AVVOCATURA DELLO STATO con domicilio eletto in ROMA - Via Dei Portoghesi, 12;
- MINISTERO DEI TRASPORTI;
per l'annullamento, previa sospensione dell'esecuzione,
della nota in data 02.02.2007 del Ministero della Difesa – Direzione Generale per il Personale Militare – I Reparto, con la quale si comunica al ricorrente il mancato accoglimento dell’istanza di ammissione ad una ulteriore ferma annuale; di tutti gli atti al predetto collegati e/o connessi, antecedenti e/o successivi, ivi compresi – ove lesivi – del decreto del Ministro della Difesa del 30.09.2005 e del bando di concorso di cui al decreto interdirigenziale 03.11.2006, pubblicato sulla G.U. - 4ª serie speciale – n. 80 del 21.11.2006;
Visti gli atti e i documenti depositati con il ricorso;
Vista la domanda di sospensione della esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dal ricorrente;
Vista l'ordinanza collegiale n. 356-c/2007 del 14.03.2007;
Visti i motivi aggiunti depositati in data 17.04.2007 per l’annullamento, previa sospensione dell’esecuzione, del provvedimento di cui al messaggio del Ministero della Difesa del 28.02.2007 di invio in congedo del ricorrente a partire dal 06.03.2007;
Visto l'atto di costituzione in giudizio del MINISTERO DELLA DIFESA;
Nominato relatore per l’udienza del 24.4.2007 il dr. ROBERTO PROIETTI e uditi altresì per le parti gli avv.ti Sergio Fidanzia e Angelo Gigliola e gli avv.ti dello Stato Vittorio Cesaroni e Giancarlo Pampanelli;
Accertata la completezza del contraddittorio e dato avviso circa l’eventualità di definire la controversia con sentenza succintamente motivata;
Ritenuto che ricorrono i presupposti indicati all’art. 26 co. 3 della legge 6 dicembre 1971 n. 1034, per decidere con sentenza succintamente motivata;
CONSIDERATO che parte ricorrente – vincitore del concorso per l’ammissione di complessive 240 unità al 5° Corso AUFP per il conseguimento della nomina a sottotenente in f.p. dei ruoli normali e speciali della M.M. (indetto con bando pubblicato sulla G.U. 4^ s.s. n.17 del 2.3.2004) e con fine ferma al 06.3.2007 ed intenzionato a fruire della rafferma di anni uno -come da specifica domanda avanzata all’amministrazione di appartenenza– ha impugnato il provvedimento col quale quest’ultima ha escluso la possibilità di prendere in considerazione tale domanda non essendo stato, al momento, bandito il concorso, da riservare agli ufficiali provenienti dal predetto 5° Corso, per un’ulteriore ferma di anni uno, e, con motivi aggiunti, il provvedimento di collocamento in congedo, deducendo, in via principale, ed in via derivata:
a) la violazione della speciale prescrizione del bando (art. 15) che consentiva la rafferma di un anno a semplice domanda senza prevedere alcuna procedura concorsuale, con conseguente illegittima applicazione della normativa sopravvenuta, ed in particolare, del D. M. 30.09.2005;
b) la illegittimità del D.M. 30.09.2005 con cui è stata prevista, quale modalità di ammissione alla rafferma annuale, il superamento di apposito concorso, nella parte in cui non include apposita norma transitoria per gli ufficiali provenienti dal 5° corso;
c) la violazione dell’art. 1, comma 519 della legge finanziaria per il 2007 che impone all’amministrazione di avvalersi del personale in servizio alla data del 31.12.2006 nelle more della conclusione delle procedure di stabilizzazione, ed il difetto assoluto di motivazione in punto esigenze di organico o di carattere finanziario a suffragio del mancato trattenimento in servizio;
d) la contraddittorietà con i precedenti provvedimenti della P. A. che ha concesso, a domanda, la rafferma agli ufficiali provenienti dai corsi precedenti e che, di recente, ha bandito nuovo concorso per l’ammissione di giovani all’8° corso AUFP;
CONSIDERATO:
quanto alla doglianza sub a):
- che l’art. 15 del bando, nella parte in cui enuncia le possibili prospettive di carriera degli ufficiali in FP, ha un contenuto meramente ricognitivo della normativa illo tempore vigente in materia, e non dispositivo, in quanto non correlato nè ai requisiti di ammissione al concorso nè alle modalità del relativo accertamento nè, ancora, ai requisiti richiesti per superare lo stesso concorso, con la conseguenza che non può essere considerato, agli invocati fini, lex specialis vincolante la condotta dell’Amministrazione successiva all’esaurimento dello stesso iter concorsuale, in deroga alla normativa vigente al momento dell’avvio di un nuovo e diverso procedimento;
- che, dunque, legittimamente l’Amministrazione subordina il trattenimento in servizio degli AUFP, in coerenza con la normativa ora vigente, alla previa selezione interna degli stessi che a domanda manifestino la volontà del trattenimento in servizio, corrispondendo la disciplina applicata all’esigenza di contemperamento delle necessità operative, organiche e finanziarie, non necessariamente coincidente con il numero degli aspiranti alla rafferma;
quanto alla doglianza sub b): che le considerazioni rassegnate nel periodo precedente escludono, quale logico corollario, che l’amministrazione fosse vincolata a prevedere nel D.M. 30.9.2005 alcuna norma transitoria finalizzata a consentire l’ammissione al prolungamento della ferma, a domanda, agli ufficiali del predetto 5° corso;
quanto alla doglianza sub c): la censura per violazione del disposto recato al comma 519 – impregiudicata ogni considerazione in ordine alla sua applicabilità o meno al personale militare – non può trovare accoglimento non avendo maturato il ricorrente, alla data di entrata in vigore della norma, il previsto triennio di servizio;
quanto alla censura sub d): che la fondatezza stessa è manifestamente smentita dalla produzione della P.A. che, in ottemperanza ad ordinanza istruttoria della Sezione, ha reso noto che gli AUFP provenienti dal 1° sino al 4° corso, non sono stati ammessi a domanda alla rafferma ma, ove ne abbiano fatta richiesta, al concorso per titoli indetto con D.D. 20.1.2006; ed atteso che il bando relativo all’8° corso AUFP è stato revocato con D.D. 21.2.2007;
CONSIDERATO ancora, per quanto riguarda, da ultimo, la doglianza con cui – a fondamento della censura sub c) – si evidenzia la disponibilità finanziaria al mantenimento in servizio del ricorrente e degli ufficiali nella medesima posizione, che:
- l’art. 12, legge n. 298 del 2006, (c.d. collegato alla finanziaria 2007), nell’assicurare il finanziamento per il mantenimento in servizio nella M. M., nell’anno 2007, fino ad un numero massimo di 491 unità divise tra ufficiali di complemento, ufficiali in ferma prefissata od in rafferma, non pregiudica le scelte organizzative dell’Amministrazione, che, ai sensi dell’art. 21, comma 2 del D. Lgs. n. 215 del 2001, provvede al reclutamento degli ufficiali in ferma prefissata od in rafferma - sia pure nel limite massimo come fissato annualmente con legge di bilancio – ove sussistano e siano previamente apprezzate specifiche e mirate esigenze delle singole Forze armate, connesse alla carenza di professionalità tecniche nei rispettivi ruoli ovvero alla necessità di fronteggiare particolari esigenze operative;
- che analoghe considerazioni valgono per l’art. 16 della medesima legge, quanto a personale militare della Capitanerie di Porto;
RILEVATO, sul punto, che la resistente Amministrazione ha reso noto che, a causa della significativa riduzione dei fondi destinati al processo di professionalizzazione delle FF. AA., ai sensi del comma 570 dell’art1. della legge finanziaria per il 2007, si è reso necessario procedere, in maniera uniforme per le tre FF. AA., ad una diversa allocazione delle risorse per garantirne il corretto funzionamento;
RIlEVATO che, in esito alla produzione da parte della P.A. dei chiarimenti richiesti dalla Sezione, parte ricorrente ha depositato nota controdeduttiva con cui - avuto riguardo alle sole deduzioni dello S.M. della M.M. - conclude per l’illogicità ed incondivisibilità delle stesse;
CONSIDERATO che l’estensione del sindacato giurisdizionale in ordine all’attività discrezionale della P. A. non può spingersi fino al merito delle scelte da questa operate;
CONSIDERATO che le considerazioni da ultimo formulate da parte ricorrente non contengono elementi persuasivi in ordine alla illegittimità delle scelte operate dalla Amministrazione, atteso che non appare illogica la scelta di non bandire procedura selettiva per la ulteriore rafferma di AUFP siccome strettamente connessa alla valutazione di carattere organizzativo delle FF. AA.;
CONSIDERATO che, per le considerazioni in precedenza rassegnate, il ricorso in epigrafe – alla luce dei petita azionati - deve ritenersi manifestamente infondato e che sussistono i presupposti richiesti dall’art. 9 della legge n. 205 del 2000 per la definizione del ricorso con una decisione in forma semplificata, evenienza in ordine alla quale sono state informate le parti presenti;
RITENUTA la sussistenza di giusti motivi per disporre la compensazione delle spese del giudizio, attesa la novità della questione in controversia;
P.Q.M.
il Tribunale Amministrativo Regionale - Sezione Prima Bis
definitivamente pronunciando, ai sensi dell’art. 9 della legge n. 205 del 2000, respinge il ricorso in epigrafe.
Spese compensate.
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Roma il 24 aprile 2007, in Camera di consiglio.

L’Estensore
Il Presidente

Anonimo ha detto...

LEGGENDO CON ATTENZIONE LA SENTENZA PUO' EVINCERSI CHE IL TAR NON SI E' ESPRESSO CON ESSA SULL'APPLICAZIONE O MENO DEL COMMA 519 DELLA FINANZIARIA 2007 AL PERSONALE MILITARE.

C'E' ANCORA SPERANZA.

Anonimo ha detto...

Di fatto ha parzialmente rigettato il comma 519 non riconoscendo la possibilità del trattenimento in servizio per chi era in forza il 31-12.

III aufp ha detto...

il mio legale ha detto che era prevedibile il non accoglimento del ricorso degli amici del V...
nella sentenza si afferma però che il ricorrente non ha 3 anni e perquesto non è trattenuto nelle more....
Speriamo bene.

Anonimo ha detto...

i tre anni sono vincolanti per la stabilizzazione non per il trattenimento in servizio durante le eventuali procedure di stabilizzazone.
L'eventuale trattenimento potrebbe servire proprio per raggiungere i tre anni.
L'avvocato alimenta speranze per amore di portafoglio.

Anonimo ha detto...

ma per sta conferenza stampa? ancora nulla?

Anonimo ha detto...

comitato? c6?

Anonimo ha detto...

l’art. 12, legge n. 298 del 2006, (c.d. collegato alla finanziaria 2007), nell’assicurare il finanziamento per il mantenimento in servizio nella M. M., nell’anno 2007, fino ad un numero massimo di 491 unità divise tra ufficiali di complemento, ufficiali in ferma prefissata od in rafferma, non pregiudica le scelte organizzative dell’Amministrazione, che, ai sensi dell’art. 21, comma 2 del D. Lgs. n. 215 del 2001, provvede al reclutamento degli ufficiali in ferma prefissata od in rafferma - sia pure nel limite massimo come fissato annualmente con legge di bilancio – ove sussistano e siano previamente apprezzate specifiche e mirate esigenze delle singole Forze armate, connesse alla carenza di professionalità tecniche nei rispettivi ruoli ovvero alla necessità di fronteggiare particolari esigenze operative;
- che analoghe considerazioni valgono per l’art. 16 della medesima legge, quanto a personale militare della Capitanerie di Porto;
RILEVATO, sul punto, che la resistente Amministrazione ha reso noto che, a causa della significativa riduzione dei fondi destinati al processo di professionalizzazione delle FF. AA., ai sensi del comma 570 dell’art1. della legge finanziaria per il 2007, si è reso necessario procedere, in maniera uniforme per le tre FF. AA., ad una diversa allocazione delle risorse per garantirne il corretto funzionamento;

GRANDE TAR CON QUESTA PARTE DELLA SENTENZA HA CONFERMATO CHE IL COMMA 519 SI APPLICA A NOI ... CHE LO SMD PROVVEDE A RECLUTARE PERSONALE SE VI SONO ESIGENZE OPERATIVE... MA AL MOMENTO NON PUO' ASSUMERE NESSUNO PER LE RIDOTTE RISORSE FINANZIARIE.. QUINDI AL CONTEMPO NON POTYRA' BANDIRE ALTRI CONCORSI AUFPPERCHE' SE LO FACESSE DOBREBBE RICHIAMARE IN SERVIZIO NOI ... COME FARA LO SMD????

Anonimo ha detto...

mi sembra la cosa più consono postare lo statuto di questo comitato qui su questo blog

upatri ha detto...

che serietà che dimostrate con certi interventi...
da una parte uno che sa leggere ma non capisce...dall'altro uno che ha appena imparato le vocali.
Ve lo ha prescritto il medico di scrivere in questo blog?
Va bene che non avete nulla da fare ma perchè stronzeggiare?

francisdrake ha detto...

Io manco rispondo, elimino direttamente, faccio prima.

SVEGLIA! ha detto...

Sbaglio o ci siamo un pò tutti noi assopiti, rilassati.
Mi riferisco a tutti noi che il 18 aprile eravamo presenti a roma ed abbiamo iniziato a smuovere un pò la situazione che SMD ha cercato e continua a cercare di addormentare. Mi riferisco al fatto che un pò tutti noi abbiamo smesso di collaborare e lottare, come se interessasse poco avere un posto di lavoro che, tanto per ricordare, ci può CAMBIARE LA VITA.
siamo entrati, a mio parere, in una fase di rassegnazione, vittime forse anche dei commenti negativi e da menagramo che qualcuno ha postato sul blog, ponendosi come giudice unico ed inappellabile del nostro destino, con frasi del tipo :AUC fuori dalla stabilizzazione, AUFP forse, solo i laureati, solo il I, solo quelli in servizio e via dicendo.
personalmente ho le idee molto chiare al riguardo, poche ma precise:
A) oggi il CSMD DEVE recarsi alla Camera, in commissione difesa, per SPIEGARE il perchè non intendono applicare, lui ed i suoi amichetti generali ed ammiragli,un comma chiaro ed inequivicabile della legge finanziaria.
B)sono stati costretti ad annullare la rafferma, nonostante fosse ampiamente prevista, del V AUFP MM per evitare che in troppi potessero avere i requisiti per essere stabilizzati
C)hanno dovuto revocare,in maniera subdola ed ingustificata, l'VIII AUFP MM perchè hanno già previsto che diversi ufficiali, previo ricorso al TAR, saranno stabilizzati.
D) non dobbiamo assolutamente mollare!!!
Francesco AUC MM

francisdrake ha detto...

Francesco AUC MM, ma sei al corrente che ieri tutto il V corso è stato silurato dal TAR...?

Anonimo ha detto...

AI FRATELLI DEL QUINTO VA' TUTTA LA MIA SOLIDARIETA'........VI SIETE DISTINTI IN ONORE E CORAGGIO. UN GRANDE IN BOCCA AL LUPO PER TUTTO. MATOS.

Francesco AUC MM ha detto...

quindi dici che è il caso di lasciar perdere definitivamente???
mi dispiace, ma non sono dello stesso avviso.
rimpiango, tuttavia, che il nostro comitato non abbia fatto molto in tal senso, tipo pubblicare lo statuto all'interno del blog, creare una mailing list ed un aggiornamento costante ai "fondatori", oltre a publicizzarlo, allargandone la base.
è questo che non condivido, ma resta pur sempre una mia idea e convinzione.
Francesco AUC MM

Ten. A.M. ha detto...

Visto la scorrettezza di alcuni utenti mi vedo costretto a moderare i connenti.
pertanto i tempi della loro pubblicazione saranno più lunghi del solito

Anonimo ha detto...

ma il ricorso come è finito?

Anonimo ha detto...

Premetto che la mia adesione non è un problema, ma pensiamo di
risolvere qualcosa con un articoletto o articolone sul giornale? io
personalmente penso che farà poco o nulla, cosi come le manifestazioni
e i comitati creati o fatti creare per, mi auguro di no, scopi
propagandistici. L' unica cosa certa è che la riduzione dei fondi alle
FF.AA. ha messo in ginocchio un mondo che era gia in crisi.
Io personalmente ero in servizio su una Unità che per assolvere i
compiti affidati navigava con margini di sicurezza a dir poco ridicoli
e con le pezze , e non è un modo di dire.
L'accanirsi contro l' amministrazione (motivati da sentimenti di
sdegno,provati da me per primo) che ha dato, e contunua a dare un
lavoro, anche se precario, a quanti sono in servizio in qualità di UFP
non risolve nulla perchè il problema fondamentale è solo politico. Il
tutto nasce dalla legge finanziaria e da quello che ci gira intorno, è
facile mettere riferimenti "risolutivi" al precariato anche quello creato dalle FF.AA., ma i fondi???
Nel caso delle FF.AA., la legge, con la mano destra ti da delle
indicazioni su cosa fare, quali da trattenere e quant'altro Art. 1, Co
519, legge 296/2006, mentre con la sinistra ti toglie i soldi per far
questo, Art. 1, Co 570, legge 296/2006, questa presa per i fondelli la
potevano pure risparmiare cancellando la famosa frasina del co 519, ma
l'attuale governo, preso da chi sa quali manie, ha preferito lasciare
creando caos e controversie tra l'amministrazione e i poveri
destinatari della norma.
Non so quali iniziative avete intenzione di prendere come comitato e
comunque avrete sempre la mia disponibilità, ma se proprio si vuol fare
qualcosa di concreto bisogna far capire al Governo, e non
all'Amministrazione, che non lascia fuori solo qualche UFP quindi pochi
potenziali elettori, perchè poi politicamente è questo il dato che
conta, si facendo rimette in discussione il prossimo mandato, sempre
che c'è ne sia un altro.
Le attuali priorità del Governo sono cambiare la legge elettorale, cioè ridefinire le modalità di "assunzione" della classe politica (D. 630 + S. 315 = 945),
ma non si discute di militari creando delle leggi ad hoc, scusate quelle gia ci sono, ma non le applicano.
Cordiali Saluti

Anonimo ha detto...

Ragà in tutta onestà mi sono fatto un giro per leggere i commenti del blog e vi volevo dire che ci sono alcuni di noi che sono dei veri ragazzini...Non perdete tempo a pensare e a dire ki ha più diritto di ki, a cavillare sul comitato, gli statuti e puttanate simili, non serve a nulla....pensate invece a rimboccarvi le maniche e a dare tutti - e dico TUTTI - una mano, che finkè saremo solo 4gatti non gliene fregherà niente a nessuno.
Poi, andatevi a leggere il bando di concorso in SPE per l'A.M., vedrete che AUFP e AUC per la dipma sono uguali, ma soprattutto cominciate a piangere per il numero dei posti!!!
Se non l'avete capito, o passiamo in SPE con la stabilizzazione o mai più...
E ci riusciremo solo smuovendo le montagne! Ovvio che per farlo se saremo in 50 non ci riusciremo...
A chi non condivide questo concetto, auguro una BUONA DISOCCUPAZIONE!!!