giovedì 7 giugno 2007

IV Commissione - Mercoledì 6 giugno 2007

IV Commissione - Mercoledì 6 giugno 2007

Pag. 43
ALLEGATO 1
7-00146 Fallica: sugli Ufficiali in ferma prefissata delle Forze armate.
EMENDAMENTI
Inserire al primo punto della parte dispositiva, il seguente: «a destinare una idonea quota dell'extragettito fiscale al bilancio del Ministero della difesa, al fine di reintegrare le risorse destinate alla cosiddetta professionalizzazione delle Forze Armate, eliminando totalmente gli effetti della riduzione del 15 per cento, per gli anni 2007, 2008 e 2009, prevista dall'articolo 1, comma 571, della legge finanziaria 2007. 7-00146.1.Gamba, Ascierto, Gasparri.
Sostituire l'ultimo punto della parte dispositiva, con il seguente: «a ripristinare tutti i concorsi per il reclutamento del personale delle Forze Armate già previsti per l'anno 2007 e successivamente revocati o non banditi a seguito delle riduzioni delle risorse attinte dalla legge finanziaria 2007, di cui sopra. 7-00146.2.Gamba, Ascierto, Gasparri.

Pag. 44
ALLEGATO 2
7-00146 Fallica: sugli Ufficiali in ferma prefissata delle Forze armate.
NUOVA FORMULAZIONE
La IV Commissione, premesso che: l'articolo 23 del decreto legislativo 8 maggio 2001 n. 215, nel quadro della trasformazione progressiva dello strumento militare in professionale, ha disciplinato la nuova categoria degli Ufficiali in ferma prefissata conformemente ai principi e ai criteri direttivi stabiliti dall'articolo 3, comma 1, della legge 14 novembre 2000, n. 331; l'articolo 24 del citato decreto legislativo, pur dettando disposizioni per favorire il passaggio degli Ufficiali in ferma prefissata al servizio permanente, non ha ancora condotto ad una soddisfacente stabilizzazione dei relativi rapporti di lavoro; sia il reclutamento degli Ufficiali in ferma prefissata sia il successivo passaggio di questi ultimi al servizio permanente devono avvenire nell'ambito delle risorse destinate alla trasformazione dello strumento militare in professionale, come definite dalla tabella «A» allegata alla legge 14 novembre 2000, n. 331, nonché dalla tabella «C» allegata alla legge 23 agosto 2004, n. 226; il comma 571 della legge finanziaria per il 2007, pur non modificando il modello di difesa a 190.000 unità, a decorrere dal 2007, ha tuttavia ridotto le citate risorse del 15 per cento (120 milioni di euro per il 2007, 125 milioni di euro per il 2008 e 130 milioni di euro per il 2009); tale riduzione rischia di aggravare il problema della stabilizzazione dei rapporti di lavoro degli Ufficiali in ferma prefissata e in generale dei volontari in ferma breve e prefissata delle Forze armate, proprio nel momento in cui la medesima legge finanziaria dispone misure per la graduale riduzione del fenomeno del precariato nella Pubblica Amministrazione; ai sensi dell'articolo 24, comma 6, lettera a), del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, e successive modificazioni, gli Ufficiali in ferma prefissata, che abbiano svolto due anni e sei mesi di servizio, possono essere ammessi, a domanda, secondo criteri e modalità stabiliti con decreto del Ministro della difesa, ad un'ulteriore ferma di 12 mesi; l'ulteriore ferma annuale è consentita nell'ambito del contingente massimo di Ufficiali ausiliari da mantenere in servizio come forza media nell'anno di riferimento definito dalla legge di bilancio, ai sensi dell'articolo 21, comma 3, del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, e successive modificazioni; l'articolo 12, comma 2, lettera a), della legge 27 dicembre 2006, n. 298 ha fissato, per l'anno 2007, il numero massimo di Ufficiali ausiliari da mantenere in servizio come forza media; come avvenuto nel passato, anche nell'anno in corso debba essere consentita l'ulteriore ferma annuale degli Ufficiali in ferma prefissata in coerenza con quanto stabilito dalla legge di bilancio; la disciplina introdotta dall'articolo 1, comma 519, della legge finanziaria 2007, che fissa il requisito minimo per accedere alle procedure di stabilizzazione, evidenzia

Pag. 45
che il transito in servizio permanente degli AUFP dell'Arma dei carabinieri, presuppone la disponibilità di idonee vacanze organiche nei ruoli di destinazione (speciale tecnico-logistico) che, invece risultano ormai pressoché saturi; in mancanza di una ridefinizione del modello di difesa debbano essere reintegrate le risorse destinate alla trasformazione dello strumento militare in professionale, nel rispetto degli equilibri di finanza pubblica;
impegna il Governo
a) a destinare una idonea quota dell'extragettito fiscale al bilancio del Ministero della difesa, al fine di reintegrare le risorse destinate alla cosiddetta professionalizzazione delle Forze Armate, eliminando totalmente gli effetti della riduzione del 15 per cento, per gli anni 2007, 2008 e 2009, prevista dall'articolo 1, comma 571, della legge finanziaria 2007; b) a disciplinare, ai sensi dell'articolo 24, comma 6, lettera a), del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, l'ammissione all'ulteriore ferma annuale degli Ufficiali in ferma prefissata delle Forze armate che conseguono i trenta mesi di ferma nell'anno 2007; c) a reintegrare, perciò, le risorse destinate alla trasformazione dello strumento militare in professionale, anche al fine di favorire il passaggio al servizio permanente degli Ufficiali in ferma prefissata e dei volontari in ferma breve e prefissata delle Forze armate, ivi compresi quelli congedati dal 1o gennaio 2002, tra cui gli Ufficiali in ferma prefissata della Marina-V Corpo AUFP; d) a collocare in sovrannumero, anche per salvaguardare i reclutamenti degli Marescialli dell'Arma previsti dagli articoli 7 e 8 del decreto legislativo n. 298 del 2000, gli Ufficiali in ferma prefissata dell'Arma dei carabinieri stabilizzati ai sensi dell'articolo 1, comma 519, della stessa legge finanziaria 2007; e) a ripristinare tutti i concorsi per il reclutamento del personale delle Forze Armate già previsti per l'anno 2007 e successivamente revocati o non banditi a seguito delle riduzioni delle risorse attinte dalla legge finanziaria 2007, di cui sopra. (7-00146) «Fallica, Cossiga, Cicu».

Pag. 46
ALLEGATO 3
7-00162 Rugghia: sugli Ufficiali in ferma prefissata e sui volontari in ferma breve e prefissata delle Forze armate.
NUOVO TESTO APPROVATO DALLA COMMISSIONE
La IV Commissione, premesso che: l'articolo 23 del decreto legislativo 8 maggio 2001 n. 215, nel quadro della trasformazione progressiva dello strumento militare in professionale, ha disciplinato la nuova categoria degli Ufficiali in ferma prefissata conformemente ai principi e ai criteri direttivi stabiliti dall'articolo 3, comma 1, della legge 14 novembre 2000, n. 331; l'articolo 24 del citato decreto legislativo, pur dettando disposizioni per favorire il passaggio degli Ufficiali in ferma prefissata al servizio permanente, non ha ancora condotto ad una soddisfacente stabilizzazione dei relativi rapporti di lavoro; sia il reclutamento degli Ufficiali in ferma prefissata sia il successivo passaggio di questi ultimi al servizio permanente devono avvenire nell'ambito delle risorse destinate alla trasformazione dello strumento militare in professionale, come definite dalla tabella «A» allegata alla legge 14 novembre 2000, n. 331, nonché dalla tabella «C» allegata alla legge 23 agosto 2004, n. 226; il comma 571 della legge finanziaria per il 2007, pur non modificando il modello di difesa a 190.000 unità, a decorrere dal 2007, ha tuttavia ridotto le citate risorse del 15 per cento (120 milioni di euro per il 2007, 125 milioni di euro per il 2008 e 130 milioni di euro per il 2009); tale riduzione rischia di aggravare il problema della stabilizzazione dei rapporti di lavoro degli Ufficiali in ferma prefissata e in generale dei volontari in ferma breve e prefissata delle Forze armate, proprio nel momento in cui la medesima legge finanziaria dispone misure per la graduale riduzione del fenomeno del precariato nella Pubblica Amministrazione; ai sensi dell'articolo 24, comma 6, lettera a), del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, e successive modificazioni, gli Ufficiali in ferma prefissata, che abbiano svolto due anni e sei mesi di servizio, possono essere ammessi, a domanda, secondo criteri e modalità stabiliti con decreto del Ministro della difesa, ad un'ulteriore ferma di 12 mesi; l'ulteriore ferma annuale è consentita nell'ambito del contingente massimo di Ufficiali ausiliari da mantenere in servizio come forza media nell'anno di riferimento definito dalla legge di bilancio, ai sensi dell'articolo 21, comma 3, del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, e successive modificazioni; l'articolo 12, comma 2, lettera a), della legge 27 dicembre 2006, n. 298 ha fissato, per l'anno 2007, il numero massimo di Ufficiali ausiliari da mantenere in servizio come forza media; come avvenuto nel passato, anche nell'anno in corso debba essere consentita l'ulteriore ferma annuale degli Ufficiali in ferma prefissata in coerenza con quanto stabilito dalla legge di bilancio; la disciplina introdotta dall'articolo 1, comma 519, della legge finanziaria 2007,

Pag. 47
che fissa il requisito minimo per accedere alle procedure di stabilizzazione, evidenzia che il transito in servizio permanente degli AUFP dell'Arma dei carabinieri, presuppone la disponibilità di idonee vacanze organiche nei ruoli di destinazione (speciale tecnico-logistico) che, invece risultano ormai pressoché saturi; in mancanza di una ridefinizione del modello di difesa debbano essere reintegrate le risorse destinate alla trasformazione dello strumento militare in professionale, nel rispetto degli equilibri di finanza pubblica;
impegna il Governo
ad assumere le necessarie iniziative affinché, nel quadro degli equilibri di finanza pubblica: a) sia disciplinata, ai sensi dell'articolo 24, comma 6, lettera a), del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, l'ammissione all'ulteriore ferma annuale degli Ufficiali in ferma prefissata delle Forze armate che conseguono i trenta mesi di ferma nell'anno 2007; b) siano reintegrate le risorse destinate alla trasformazione dello strumento militare in professionale, anche al fine di favorire il passaggio al servizio permanente degli Ufficiali in ferma prefissata e dei volontari in ferma breve e prefissata delle Forze armate, ivi compresi quelli congedati a partire dal 1o gennaio 2002; c) siano collocati in sovrannumero, anche per salvaguardare i reclutamenti degli Marescialli dell'Arma previsti dagli articoli 7 e 8 del decreto legislativo n. 298 del 2000, gli Ufficiali in ferma prefissata dell'Arma dei carabinieri stabilizzati ai sensi dell'articolo 1, comma 519, della stessa legge finanziaria 2007». (8-00058) «Rugghia».

Pag. 48
ALLEGATO 4
7-00146 Fallica: sugli Ufficiali in ferma prefissata delle Forze armate.
NUOVO TESTO APPROVATO DALLA COMMISSIONE
La IV Commissione, premesso che: l'articolo 23 del decreto legislativo 8 maggio 2001 n. 215, nel quadro della trasformazione progressiva dello strumento militare in professionale, ha disciplinato la nuova categoria degli Ufficiali in ferma prefissata conformemente ai principi e ai criteri direttivi stabiliti dall'articolo 3, comma 1, della legge 14 novembre 2000, n. 331; l'articolo 24 del citato decreto legislativo, pur dettando disposizioni per favorire il passaggio degli Ufficiali in ferma prefissata al servizio permanente, non ha ancora condotto ad una soddisfacente stabilizzazione dei relativi rapporti di lavoro; sia il reclutamento degli Ufficiali in ferma prefissata sia il successivo passaggio di questi ultimi al servizio permanente devono avvenire nell'ambito delle risorse destinate alla trasformazione dello strumento militare in professionale, come definite dalla tabella «A» allegata alla legge 14 novembre 2000, n. 331, nonché dalla tabella «C» allegata alla legge 23 agosto 2004, n. 226; il comma 571 della legge finanziaria per il 2007, pur non modificando il modello di difesa a 190.000 unità, a decorrere dal 2007, ha tuttavia ridotto le citate risorse del 15 per cento (120 milioni di euro per il 2007, 125 milioni di euro per il 2008 e 130 milioni di euro per il 2009); tale riduzione rischia di aggravare il problema della stabilizzazione dei rapporti di lavoro degli Ufficiali in ferma prefissata e in generale dei volontari in ferma breve e prefissata delle Forze armate, proprio nel momento in cui la medesima legge finanziaria dispone misure per la graduale riduzione del fenomeno del precariato nella Pubblica Amministrazione; ai sensi dell'articolo 24, comma 6, lettera a), del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, e successive modificazioni, gli Ufficiali in ferma prefissata, che abbiano svolto due anni e sei mesi di servizio, possono essere ammessi, a domanda, secondo criteri e modalità stabiliti con decreto del Ministro della difesa, ad un'ulteriore ferma di 12 mesi; l'ulteriore ferma annuale è consentita nell'ambito del contingente massimo di Ufficiali ausiliari da mantenere in servizio come forza media nell'anno di riferimento definito dalla legge di bilancio, ai sensi dell'articolo 21, comma 3, del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, e successive modificazioni; l'articolo 12, comma 2, lettera a), della legge 27 dicembre 2006, n. 298 ha fissato, per l'anno 2007, il numero massimo di Ufficiali ausiliari da mantenere in servizio come forza media; come avvenuto nel passato, anche nell'anno in corso debba essere consentita l'ulteriore ferma annuale degli Ufficiali in ferma prefissata in coerenza con quanto stabilito dalla legge di bilancio; la disciplina introdotta dall'articolo 1, comma 519, della legge finanziaria 2007, che fissa il requisito minimo per accedere alle procedure di stabilizzazione, evidenzia

Pag. 49
che il transito in servizio permanente degli AUFP dell'Arma dei carabinieri, presuppone la disponibilità di idonee vacanze organiche nei ruoli di destinazione (speciale tecnico-logistico) che, invece risultano ormai pressoché saturi; in mancanza di una ridefinizione del modello di difesa debbano essere reintegrate le risorse destinate alla trasformazione dello strumento militare in professionale, nel rispetto degli equilibri di finanza pubblica;
impegna il Governo
a) a disciplinare, ai sensi dell'articolo 24, comma 6, lettera a), del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, l'ammissione all'ulteriore ferma annuale degli Ufficiali in ferma prefissata delle Forze armate che conseguono i trenta mesi di ferma nell'anno 2007; b) a collocare in sovrannumero, anche per salvaguardare i reclutamenti degli Marescialli dell'Arma previsti dagli articoli 7 e 8 del decreto legislativo n. 298 del 2000, gli Ufficiali in ferma prefissata dell'Arma dei carabinieri stabilizzati ai sensi dell'articolo 1, comma 519, della stessa legge finanziaria 2007. (8-00059) «Fallica, Cossiga, Cicu».

24 commenti:

Anonimo ha detto...

impegna il Governo
a) a destinare una idonea quota dell'extragettito fiscale al bilancio del Ministero della difesa, al fine di reintegrare le risorse destinate alla cosiddetta professionalizzazione delle Forze Armate, eliminando totalmente gli effetti della riduzione del 15 per cento, per gli anni 2007, 2008 e 2009, prevista dall'articolo 1, comma 571, della legge finanziaria 2007; b) a disciplinare, ai sensi dell'articolo 24, comma 6, lettera a), del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, l'ammissione all'ulteriore ferma annuale degli Ufficiali in ferma prefissata delle Forze armate che conseguono i trenta mesi di ferma nell'anno 2007; c) a reintegrare, perciò, le risorse destinate alla trasformazione dello strumento militare in professionale, anche al fine di favorire il passaggio al servizio permanente degli Ufficiali in ferma prefissata e dei volontari in ferma breve e prefissata delle Forze armate, ivi compresi quelli congedati dal 1o gennaio 2002, tra cui gli Ufficiali in ferma prefissata della Marina-V Corpo AUFP; d) a collocare in sovrannumero, anche per salvaguardare i reclutamenti degli Marescialli dell'Arma previsti dagli articoli 7 e 8 del decreto legislativo n. 298 del 2000, gli Ufficiali in ferma prefissata dell'Arma dei carabinieri stabilizzati ai sensi dell'articolo 1, comma 519, della stessa legge finanziaria 2007; e) a ripristinare tutti i concorsi per il reclutamento del personale delle Forze Armate già previsti per l'anno 2007 e successivamente revocati o non banditi a seguito delle riduzioni delle risorse attinte dalla legge finanziaria 2007, di cui sopra. (7-00146) «Fallica, Cossiga, Cicu».

SCUSATE MA GLI AUC DOVE SONO ???? SI PARLA SOLO DI AUFP E VFB ...

Anonimo ha detto...

Non stò sognando, qualcuno mi svegli, ma cito:
"favorire il passaggio al servizio permanente degli Ufficiali in ferma prefissata e dei volontari in ferma breve e prefissata delle Forze armate, ivi compresi quelli congedati dal 1o gennaio 2002"
ma allora ci rientrerebbero pure gli Ufficiali congedati (come me) nel novembre 2003?
Qualcuno ci illumini.
Carlo

Anonimo ha detto...

CON LA RISOLUZIONE CHE E' SOLO UN ATTO DI INDIRIZZO/IMPEGNO RIVOLTO AL GOVERNO, VERREBBERO STABILIZZATI SOLO GLI AUFP MA NON GLI AUC .. VERO COMITATO??? COSA MI DICI??

Anonimo ha detto...

Perchè mi avete censurato l'intervento?
Mica ho bestemmiato.
Carlo.

Anonimo ha detto...

SPEriamo bene...

Anonimo ha detto...

Alla fine dopo tante discussioni emendamenti e audizioni, hanno approvato un testo evasivo, che non dice nulla, tranne naturalmente che per i carabinieri.
Come al solito.

Anonimo ha detto...

SCUSATE MA LA RISOLUZIONE DI EVANGELISTI CHE FINE HA FATTO.. ERA LA PIU' COMPLETA!!!!! COMPRENDEVA ANCHE GLI AUC...

6° Tuono ha detto...

Questo è il link:
http://www.camera.it/_dati/lavori/
bollet/200706/0606/pdf/04.pdf

Anonimo ha detto...

Adesso qual'è il passo successivo?
Deve decidere il governo o questa risoluzione impena il governo?

calimera ha detto...

..niente male...

tramat ha detto...

Volendo fare un discorso "di parte" non posso non rilevare che la nuova riformulazione ha reso evidente che i destinatari dei provvedimenti sono AUFP,VFB,VFP4 senza alcun riferimento agli AUC,visto che non vengono mai citati ne' direttamente, ne'indicati nel ruolo degli "ufficiali ausiliari".
In tutta onesta' sono rimasto abbastanza deluso, ma prendo atto del nuovo che avanza.

jem79 ha detto...

Nel frattempo...dopo un mese...la Commissione Difesa Senato si è dimenticata di noi ...
mah...

Lantuin ha detto...

In effetti...solo AUFP,VFB e VFP4..

Anonimo ha detto...

Ragazzi non dovete stupirvi di questo...era gia abbondantemente preventivabile...piuttosto mi sorprende come abbiano deciso di concedere cmq al 5 corso aufp la rafferma...

calimera ha detto...

perchè si è dimenticata di noi?...che dici jem79???

The Aviator ha detto...

jem79...ti lamenti sempre...

jem79 ha detto...

PErchè avevano promesso una risoluzione a breve termine...
Aviator...avrà il diritto di dire e scrivere quello che mi pare visto che non ledo la personalità altrui?
Per Dio...bisogna sempre puntare il dito contro gli altri ...
Mah...

Anonimo ha detto...

Scusate, ma quindi? Cosa succederà adesso?

2° AUFP MM

Anonimo ha detto...

Per Tramat, non vedo il motivo per il quale devi sentirti deluso. La proposta cita l'articolo 21 comma 3 , e l'articolo 21 , evidenzia le varie categorie degli ufficiali ausiliari, dove fanno parte anche gli auc. Poi i cc stanno stabilizzando sia gli aufp che gli auc che hanno i requisiti previsti della comma519, a discapito della gioia di calimera. 2 AUFP MM

Anonimo ha detto...

ragazzi bisogna leggere bene la risoluzione.
quando afferma di favorire il passaggio in spe per gli aufp e i volontari in ferma breve e prefissata, lascia molte incognite perchè non obbliga il governo alla stabilizzazione, anche se oltre tre ann di servizio, afferma solo una possibilità con nuovi fondi.
il governo, e nella fattispecie il ministero difesa, favorirà il passaggio in spe magari e sicuramente con dei concorsi, e quì il problema perchè se vengono banditi dei concorsi farsa come sono stati fatti fin ora noi non saremo mai in spe, perchè ci sarà sempre qualche raccomandato che deve passare
se bandiscono un concorso straordinario per 6 posti con partecipanti 200 persone vedi come è impossibile passare in spe.
poi mi lascia perplesso per i colleghi che hanno trenta mesi questi dovrebbero essere richiamti in servizio, ma hanno la soluzione di continuità? , se no non maturano il requisito dei tre anni e poi non hanno garanzie per il passaggio in spe infatti perchè perdere un altro anno e trovarsi dopo 12 mesi di nuovo a casa.
l'unica cosa certa nelle risoluzioni e che i cc anche se in soprannumero sono stabilizzati mentre per le ffaa di stabilizzazione neanche l'ombra.
noi i contentini non li vogliamo così loro ci escono a testa alta e gli ammiragli hanno il personale per fare le guardie al circolo in estate.
ciao II aufp mm

MAXTOR ha detto...

X 2 AUFP MM

HAI SCRITTO:
"Poi i cc stanno stabilizzando sia gli aufp che gli auc che hanno i requisiti previsti della comma519, a discapito della gioia di calimera."

SCUSAMI.....
ma da dove hai avuto questa notizia?

MAXTOR

jem79 ha detto...

i primi tre corsi AUFP CC sono sicuramente stabilizzati, ho io i vari MSG di stabilizzazione da parte del Comando Generale dell'ARMA !

maxtor ha detto...

x jem

si magli auc dei cc che ne entrano?

calimera ha detto...

caro maxtor,come ho gia detto altre volte, benvenga la stabilizzazione per tutti...a me sinceramente non mi toglie nulla. io ho solo detto che nella finanziaria venivano nominati gli ausiliari come AUFP tutto qua...ma tu pensi veramente che non mi vada che gli AUC vengano stabilizzati?che gioia dovrei provare nel vedere persone che hanno fatto il mio stesso iter fuori dal gruppo?...sinceramente non proverei nessuna gioia..
io ho solo detto una mia opinione su quello che è diventata "legge"...