giovedì 15 marzo 2007

Ferri corti

Decisamente ritengo che stante l'attuale situazione si debba ricorrere a metodi che fino a poco tempo fa consideravamo come "ultima spiaggia", non è ammissibile che vi siano dipendenti pubblici di serie a e di serie b......... Domani incontrerò uno dei delegati cocer e parlerò con lui delle nostre intenzioni, vi saprò dire cosa emergerà dall'incontro. Non mi aspetto nulla di buono stante le ultime notizie che abbiamo pubblicato........ ma staremo a vedere. Certo è che manifesterò lo sdegno di tutti coloro che come me hanno servito il loro paese e si vedono ora additati come reietti, non degni di ricevere ciò che una legge dello stato prevede per loro. Ora come mai dobbiamo essere uniti, la situazione è tale che richiede non piu l'azione di una ristretta minoranza quale siamo noi creatori di questa pagina, uniti per rendere tutta la nazione partecipe di ciò che stiamo vivendo. Non so voi ma io non riesco a palesare cio che provo in questo momento, dire delusione sarebbe poco, dire rabbia sarebbe inidoneo, forse semplicemente mi sento un cittadino a metà, con doveri ma senza diritti.
Paolo Colasanti

5 commenti:

familiariuffmarina ha detto...

non ci arrendiamo..... dobbiamo lottare.....
io manderei a casa tutti gli illustri comandanti ultracinquantenni.....
per loro non si parla di età non idonea a restare nell'arma?....
solo gli AUFP sono vecchi?

Anonimo ha detto...

SEI GRANDE THE AVIATOR E GRAZIE A TUTTI

jem79 ha detto...

Paolo il tuo frà del I° è con te...per qualsiasi cosa... jem79@libero.it domani sono a Roma per farmi le ultime ferie che mi spettano per questa esigua porzione di 2007 che mi rimane.
Lunedì andrò anche dall'avvocato a sentire come sta andando avanti il ricorso...

francisdrake ha detto...

Ragazzi, sono del V corso, ci siamo impegnati e continuiamo ad impegnarci sempre con politici (lettere e colloqui verbali) che fanno finta di ascoltarci, poi il risultato è la risposta dell8/03/2007 a Cossiga e fallica. Quindi abbiamo realizzato che l'unica soluzione concreta e realistica di ottenere qualcosa è la via giudiziaria, che abbiamo intrapreso e che giusto l'altro ieri ha avuto il suo debutto nelle aule del TAR. Potete appelarvi quanto volete (noi lo facciamo da Novembre 2006)e achi volete per le porcate ch SMD sta attuando, ma ho avuto modo di constatare che da pochi fievoli risultati. Scendete in tribunale AUFP e AUC, sono scettico sugli AUC congedati per le ragioni che ho scritto sul forum di militari. org, in quanto a seguito non potrebbero beneficiare dei provvedimenti di stabilizzazione. Parere fornitomi da docenti di diritto amministrativo e dai nostri legali che ci stanno rappresentando, e cmq, pareri che ho postato sul forum militari.org.

Anonimo ha detto...

avete letto l'articolo su "italia oggi" di oggi?
E' scandaloso!!
Riporto testualmente alcuni passi:
riferendosi alle nostre istanze di stabilizzazione "tutta colpa della finanziaria 2007, in particolare del comma 519 dell'art. 1, relativo all'assunzione dei precari che lavorando da oltre tre anni nella p.a.. Succede, infatti, forse per ingenuità del legislatore, che tra i beneficiari del provvedimento siano stati inclusi anche gli ufficiali in ferma prefissata da 30 mesi..."
"il governo, infatti, appena si è accorto del patatrac, ha cercato, come prima cosa, di limitare i danni. In che modo? Lo scorso 28 febbraio lo stato maggiore ha disposto il congedo di 240 ufficiali in ferma prefissata del V corso AUFP.... un modo, a ben vedere, per non consentire agli ufficiali interessati di maturare i termini di legge per la definitiva assunzione".... "Secondo quanto risulta a Italia Oggi, inoltre, esiste anche un secondo disagio, di natura più strettamente politica. Gli stati maggiori delle forze armate, infatti, avrebbero espresso il proprio disappunto al ministro Parisi perchè la norma della Finanziaria contribuirebbe a determinare, a loro giudizio, anche una significativa dequalificazione del personale militare. L'iern normalmente previsto stabilisce, infatti, che gli allievi ufficiali in ferma prefissata, afficnhè possano entrare a far parte a tempo indeterminato nell'esercito, debbano sotenere un concorso rigido e articolato su diverse prove. Una procedura che ha la finalità di provvedere a una sensibile scrematura, selezionando il personale più qualificato. Ebbene, adesso, con la norma della Finanziaria 2007, questa normale trafila potrebbe saltare, permettendo a tutti gli alkievi in ferma prefissata con più di tre anni di attività di saltare agevolmente l'ostacolo ed evitare il concorso".
L'articolo è scritto da LUCA SAITTA
Vogliono farci passare per chi sta approfittando di questo "errore" del legislatore per evitare la "scrematura" fatta dai concorsi ruoli speciali... Ma chi è dentro, sa benissimo che tipo di scrematura fanno in questi concorsi. Raccogliamo tutti i nostri curriculum e dimostriamo a tutta l'Italia chi siamo!!
ORGOGLIO UFP